La buona scuola. Ma ne siamo sicuri ? #2

Oggi la Camera dei deputati ha licenziato in forma definitiva il provvedimento del Governo sulla scuola. Secondo Renzi si tratta di un grosso passo in avanti nell’ambito delle riforme, secondo altri un passo indietro verso una scuola meno democratica e partecipata, meno potere agli organi collegiali (ma ne hanno mai avuto ?) più potere ai dirigenti scolastici.

Secondo lo stesso Renzi a settembre 100000 docenti entreranno in ruolo ma molti altri non avranno più la possibilità di supplenze annuali. Un classico esempio di guerra tra i poveri, tra chi è in una graduatoria, chi in un’altra, tra chi ha fatto concorsi, chi ha più abilitazioni, chi ha fatto PAS o TFA, chi è precario da 20 anni.

Ovviamente sarà il tempo  a dire se la riforma avrà successo, ma i dubbi sono molti, partendo dall’esiguità dei fondi che saranno realmente resi disponibili.

Condividi questo:

La buona scuola. Ma ne siamo sicuri ?

Il primo passo la riforma renziana della scuola oggi l’ha fatto. Il Senato ha votato la fiducia su un maxi-emendamento di 40 e più pagine ed ora la palla passa alla meno problematica, per i numeri, aula della Camera.

Il mondo della scuola, per la maggior parte, non pare essere d’accordo col provvedimento, in particolare per quanto riguarda la stabilizzazione dei precari, la funzione del dirigente scolastico, la fine della titolarità d’istituto e, last but not least, la possibilità che gli istituti possano ricevere finanziamenti da società o privati.

Quest’ultima cosa, a mio avviso, se da un lato potrebbe portare più risorse alle istituzioni scolastiche, dall’altro ne minerebbe potenzialmente l’autonomia. Francamente non credo che una società, una banca, un’impresa voglia compiere atti di mecenatismo tout-court ma piuttosto badare ad un rientro in termini di pubblicità, di interessi economici o, peggio, di interessi  legati alla criminalità organizzata.

Nel maxi-emendamento si parla di “organico funzionale“. Con questo ciascuna istituzione scolastica autonoma potrebbe ampliare la propria offerta formativa, però, come è scritto chiaramente, senza ulteriori oneri e nel rispetto dell’orario.

Come dire: vuoi un corso di cinese, posso attivarlo se nel mio organico funzionale ho un docente di cinese e se levo un’ora da italiano ed una a matematica. Tutto a costo zero.

Si parla anche di piano per la scuola digitale, ma non si fa riferimento a figure professionali docenti che si occupino delle retei informatiche, della formazione dei colleghi, della comunicazione via Web. Non si dice nulla sulla banda larga per le scuole, delle reti Wifi per docenti e studenti. Nulla. E nessun centesimo messo per questo.

Per le altre cose ne riparlerò. Ma quanto sopra già basta, a mio avviso per contestare veementemente il provvedimento.

 

Condividi questo:

Configurare Internet Explorer con i Criteri di Gruppo di Windows Server 2012

I Criteri di gruppo di Windows Server 2012 sono decisamente più granulari rispetto le versioni precedenti del sistema operativo. Ad esempio, per configurare Internet Explorer in Windows Server 2008 era sufficiente utilizzare una delle voci presenti nei Modelli Amministrativi di base. Ad esempio, l’impostazione del proxy, utilissima in una rete scolastica, era presente nelle configurazioni di base. Leggi tutto… “Configurare Internet Explorer con i Criteri di Gruppo di Windows Server 2012”

Condividi questo:

Installare Modelli Amministrativi (Administrative Templates) in Windows Server 2012

Windows Server 2012 consente di gestire i Criteri di gruppo (policy) in modo estremamente granulare.

Le più importanti configurazioni sono già disponibili quando si crea un criterio con lo snap-in “Gestione Criteri di Gruppo“, ma molte altre sono possibili utilizzando dei Modelli Amministrativi.

Come installare ed attivare Modelli Amministrativi ? Lo spiego in questo articolo.

Condividi questo:

Windows Server 2012: come far apparire le icone di sistema sul desktop

A differenza degli altri sistemi operativi Windows, Windows Server 2012 non presenta all’installazione con GUI le classiche icone di sistema sul desktop. Si tratta delle icone di Risorse del computer, Rete, Pannello di controllo ed Homefolder. Le prime due sono abbastanza utili, ma farle apparire non è semplice come per le versioni desktop di WIndows, ove è sufficiente andare nelle impostazioni del desktop.

In Windows Server 2012 è necessario utilizzare Server Manager e con questo strumento installare una nuova funzionalità: “Esperienza Desktop” che si trova sotto la funzionalità “Interfacce utente ed infrastruttura“.

L’installazione è semplicissima,come si può vedere in questo breve screencast:

httpv://youtu.be/4CFq53l8Pjg

Condividi questo:

Configurare un router Draytek Vigor 2710 per ADSL Telecom Interbusiness

Ogni tanto i router di una rete scolastica vanno cambiati.. Le scelte dei nuovi possono essere le più disparate, a seconda del budget disponibile e del numero di client connessi. Una buona scelta potrebbero essere i router Draytek che hanno caratteristiche professionali pur, nei modelli ADSL come il Vigor 2710, con prezzi accettabili.

In questo articolo spiego come configurarlo correttamente con una connessione ADSL2+ con specifiche RFC1483, ovvero IPoA.

Condividi questo:

Windows 8 e CD/DVD sparito

Windows 8 è decisamente un bel sistema operativo. Una volta acquisita la novità dell’interfaccia Metro e delle sue “mattonelle” non si può che apprezzare la sua velocità rispetto Windows Seven e gli altri che lo hanno preceduto.

Per uno strano motivo, però, una volta installato Windows 8 è possibile che nelle Risorse del computer non appiano i dischi ottici. Leggi tutto… “Windows 8 e CD/DVD sparito”

Condividi questo: